UOC Ortopedia

 

 

DIREZIONE E LOCALIZZAZIONE

Direttore: Dott. Fabio Rodia
icona e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
icona telefono  06.5100.3533

Orario Ambulatori:

Dal lunedì al Venerdì ore 8,30-13,30

chirurgia robotica anca02

PRESENTAZIONE

La U.O.C. di Ortopedia Generale raccoglie l’eredità storica del C.T.O di Roma e la accompagna nell’evoluzione tecnica e scientifica del secondo ventennio del nuovo secolo. Rimangono infatti campi di studio e di applicazione clinica:
• la tradizionale traumatologa degli arti;
• la traumatologia dell’anziano con eccellenti report di aderenza al Protocollo Collo Femore;
• la traumatologia dello sport con focus sulla ricostruzione artroscopica delle lesioni meniscali e legamentose del ginocchio, anche in atleti professionisti;
• la chirurgia artroscopica e riparativa delle lesioni tendinee e capsulari della spalla.

ATTIVITA:

E’ possibile effettuare interventi di Chirurgia Protesica mediante sistema robotico.

La chirurgia robotica, rispetto alle tecniche chirurgiche tradizionali di protesizzazione articolare di anca e di ginocchio, viene effettuata attraverso un braccio robotico, che permette di ottenere un’estrema precisione nel posizionamento dell’impianto e di preservare maggiormente i tessuti molli (es. muscoli), aumentandone la stabilità e la funzionalità. L’intervento è meno invasivo e garantisce al paziente migliori risultati in termini di mobilità e controllo del dolore, favorendo una ripresa dell’attività quotidiana più rapida e più sicura.

 

chirurgia robotica anca01

La chirurgia robotica assistita si basa sull’impiego di un piano chirurgico pre-operatorio, sulla base di un esame TAC. La TAC infatti consente di visualizzare in maniera molto più completa e ricostruire in 3D l’anatomia ossea dello specifico paziente, consentendo quindi anche l’analisi di eventuali difetti.

L'intervento viene eseguito per mezzo della tecnologia brevettata Haptic. Questa prevede l’impiego di un braccio robotico che si muove all’ interno di una gabbia virtuale, che vincola il posizionamento dell’impianto e impedisce di danneggiare i tessuti nobili. Il chirurgo, quindi, può operare in assoluta sicurezza e incrementare il margine di precisione rispetto alla tecnica manuale.  Il braccio robotico consente di non utilizzare guide di taglio, contrariamente alla tecnica manuale e di aumentare significativamente l’accuratezza nel posizionamento, chiave per la funzionalità e il buon esito clinico.


Il fulcro centrale delle attività cliniche e chirurgiche sopra è rappresentato da:
• la chirurgia di sostituzione protesica dell’anca
• la chirurgia di sostituzione protesica del ginocchio, sia totale che mono compartimentale;
• la chirurgia di sostituzione protesica della spalla.

Dall’esperienza fin qui maturata, la UOC di Ortopedia Generale esegue quotidianamente interventi di artroprotesi di anca e di ginocchio:
• con tecniche tradizionali,
• con tecniche mininvasive
• e, struttura pubblica unica nel SSR Lazio, con tecnologia robotica.
È previsto un iniziale percorso riabilitativo specialistico post-operatorio dedicato alla chirurgia protesica.
La disponibilità di questo ampio bagaglio culturale e di esperienza ci permette di indirizzare il Paziente /Utente verso quel tipo di trattamento più indicato e preciso per la sua singola patologia.
Le attività ambulatoriali prevedono
• Visite per controlli post operatori
• Prime visite in ambulatori specialisti per patologia (anca, spalla, ginocchio) Lunedì/Mercoledì/venerdì
• Visite per secondi pareri.

Protesi parziale Ginocchio
Protesi totale Ginocchio
Protesi Anca

Cosa è l'artroplastica:

L'artroplastica è un Intervento chirurgico che consiste nella ricostruzione di un capo articolare leso. Le lesioni degenerative causano notevoli dolori e problemi di mobilità. L'artroplastica comprende metodi di ricostruzione e possono prevedere la sostituzione con protesi artificiali in grado di rimuovere la degenerazione del tessuto per la ripresa della mobilità. Gli interventi di artroplastica devono essere seguiti da un periodo di riabilitazione, per riattivare l’articolarità e la forza muscolare.

Recupero post intervento chirurgico:

ARTROPLASTICA TOTALE D'ANCA

Recupero dopo l’intervento di artroplastica d’anca
Sebbene la fase di convalescenza possa variare di paziente in paziente, ecco quali tappe generali andrà incontro nei giorni successivi all’intervento.
Il chirurgo ortopedico, il personale infermieristico e i fisioterapisti monitoreranno con attenzione le sue condizioni e i suoi progressi.
I pazienti sottoposti ad artroplastica d’anca cominciano la fisioterapia poco dopo il risveglio dall’intervento e il fisioterapista la aiuterà a spostarsi dal letto d’ospedale a una sedia. Eserciterà a lungo la nuova articolazione e farà esercizi di respirazione profonda per evitare l’insorgere di una congestione polmonare.
Con il passare del tempo, la dose dell’analgesico sarà ridotta, la flebo sarà rimossa, la dieta passerà a comprendere alimenti solidi e lei potrà tornare a eseguire sempre più movimenti.
Il fisioterapista riesaminerà anche gli esercizi fisici per consentirle di migliorare la sua capacità di movimento. I pazienti sottoposti ad artroplastica d’anca eseguiranno esercizi volti a tonificare e rafforzare i muscoli della coscia e dell’anca, oltre a movimenti della caviglia e del ginocchio per ridurre il gonfiore dell’arto.

ARTROPLASTICA TOTALE DI GINOCCHIO

Recupero dopo l’intervento
Sebbene la fase di convalescenza possa variare di paziente in paziente, ecco a quali tappe generali andrà incontro nei giorni successivi all’intervento.


- Il chirurgo ortopedico, il personale infermieristico e il fisioterapista monitoreranno con attenzione le sue condizioni e i suoi progressi.
- Quando avrà raggiunto una condizione stabile, il fisioterapista le raccomanderà alcuni esercizi per l’articolazione interessata.
- Per alleviare i fastidi provocati da queste attività nei primi periodi, si consiglia di assumere un farmaco analgesico prima di cominciare la terapia. Con il passare del tempo, la dose dell’analgesico sarà ridotta, la flebo sarà rimossa, la dieta passerà a comprendere alimenti solidi e lei potrà tornare a eseguire sempre più movimenti.
- Il fisioterapista parlerà con lei del programma di riabilitazione successivo alla dimissione dall’ospedale. Il fisioterapista riesaminerà anche gli esercizi fisici per consentirle di migliorare la sua capacità di movimento.
- In base alle limitazioni che potrà incontrare, un terapista occupazionale potrà spiegarle come utilizzare alcuni dispositivi per aiutarla durante le attività quotidiane, come infilare le calze, prendere gli oggetti casalinghi e lavarsi.
- Un infermiere case manager le parlerà dei programmi per il suo ritorno a casa e verificherà che lei abbia tutta l’assistenza necessaria per una convalescenza ottimale.

- Alcune attività possibili in seguito all’artroprotesi di ginocchio possono essere passeggiare, andare in bicicletta, nuotare, giocare a golf e altre forme di esercizio a impatto ridotto.

UOS Chirurgia della spalla e del gomito

DIREZIONE E LOCALIZZAZIONE

Responsabile: Dott. Claudio Ascani
icona e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
icona telefono  06.5100.3533