Si comunica che è stato pubblicato, a norma del DCA n. U00441 del 22.12.2014, l’Elenco delle organizzazioni di trasporto per pazienti dializzati che operano sul territorio della ASL Roma 2.

Per la consultazione  sul sito www.aslroma2.it  dalla Home page: Servizi --> Contributi e Rimborsi

Il progetto HERO (Housing: an educational European ROad to civil rights), promosso dal Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL Roma 2,  è arrivato primo, al bando per la cooperazione, per l’innovazione e lo scambio di nuove pratiche, sul tema dell’Educazione per gli adulti per il programma europeo Erasmus+/2016 con la partecipazione della Fondazione Internazionale Di Liegro, l’University Psychiation Hospital di Zagabria (Croazia), l’Associazione PEGODE di Anversa (Belgio), l’Associazione MERSEYSIDE EXPANDING HORIZONS di Liverpool (Gran Bretagna) e l’Associazione PEPSAEE di Atene (Grecia). 

L'ebook Housing e salute mentale, frutto di quersto progetto, è stato pubblicato in cinque lingue e s’inserisce a pieno titolo nel Piano d’azione della Salute Mentale 2013-2020

L’e-book, qui scaricabile in lingua italiana, vuole essere un contributo alla diffusione di esperienze ed idee sull’Housing, rivolto a tutti coloro che direttamente o indirettamente hanno a che fare con esperienze di disturbi di salute mentale.

 

Si comunica che a partire dal 18.07.2017 l'Ufficio per l'accoglienza ricoveri RSA sarà trasferito da Via Cartagine, 85 a Via N. Forteguerri, 4 piano terra stanza T 7. L'orario è  Lunedì, Mercoledì e Venerdì ore 9.00 - 13.00

Si comunica che a partire dal:

- 15 giugno il CAD di Via Forteguerri, 4 è trasferito presso la sede di Via degli Eucalipti, 14.

- dal 1° luglio il CAD di Via Orvieto, 43 seguirà il seguente orario: lunedì, mercoledì, venerdì e sabato ore 9.00 - 12.30; sabato ore 15.00 - 18.30.

 

Mercoledì 7 giugno, presso la sala Montalcini dell'Ospedale Sant’Eugenio, i dodici partecipanti al corso Progetto ArSalus, tenutosi presso il laboratorio allestito nel reparto di Unità Spinale del CTO “A. Alesini” di Roma, dopo mesi di formazione hanno presentato i loro lavori di arte orafa. Il Progetto, nato dall'incontro tra l'Associazione Paraplegici di Roma e del Lazio, la ASL Roma 2 e l’Accademia Internazionale di Arti e Restauro, propone un'esperienza formativa che possa creare gli sbocchi per una professione autogestita, portando ad un reale inserimento inclusivo nel mercato del lavoro.