faq blu

RISPOSTE FREQUENTI

DOMANDE
RISPOSTE

Il mio bambino può essere accompagnato dai nonni o da altra persona?

Per la prima vaccinazione, il bambino deve essere accompagnato da almeno uno dei due genitori esercente la potestà genitoriale, o Tutor o Affidatario. Per le vaccinazioni successive è possibile Utilizzare una delega

Il mio bambino deve effettuare la 1° vaccinazione che devo fare?

1) Il giorno della vaccinazione il bambino non deve osservare il digiuno.

2) Deve portare il foglio o la cartellina di dimissione del Punto nascita, la tessera sanitaria del bambino e l’iscrizione al Pediatra di libera scelta, oltre ad un documento valido in qualità di genitore esercente la potestà genitoriale, Tutor o Affidatario. 

Ho prenotato il vaccino del Meningococco B lo devo pagare?

E’ gratuito per i nati dal 2017. Per i bambini nati fino al 31/12/2016 è previsto un contributo.

Ho prenotato il vaccino del Meningococco C lo devo pagare?

Se effettuato prima dell'anno di vita è previsto un contributo; se fatto dopo l'anno compiuto è gratuito.

Ho prenotato il vaccino della Varicella lo devo pagare?

Per i nati dal 2016 in poi è gratuito ed è raccomandato. Per i nati dal 01/01/2017 è gratuito ed obbligatorio

Ho fatto richiesta di attestazione ma mi è arrivato un SMS che mi dice “Non presente nell’anagrafe vaccinale della ASL Roma 2", che devo fare?

Questo SMS indica che il bambino può esser stato vaccinato presso altre ASL oppure da un Pediatra privato. Nel primo caso dovrà rivolgersi  alla ASL dove ha eseguito le vaccinazioni, nel secondo caso, se residente presso la ASL Roma 2, deve richiedere un appuntamento per regolarizzare la posizione portando con sé la certificazione rilasciata dal Pediatra privato attestante le vaccinazioni eseguite.

Cosa prevede la nuova legge per chi non fa eseguire le vaccinazioni obbligatorie?

In caso di mancata osservanza dell’obbligo vaccinale, i genitori, i tutori o i soggetti affidatari sono convocati dalla Asl territorialmente competente per un colloquio al fine di fornire ulteriori informazioni sulle vaccinazioni e per sollecitare a farle. Se resta l’inadempienza è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 100 a euro 500. Le vaccinazioni obbligatorie costituiscono un requisito indispensabile per l’accesso ai fini dell’iscrizione agli asili nido e alle scuole per l’infanzia.

Cosa prevede la nuova legge per l’iscrizione a scuola?

Nella Regione Lazio è sufficiente l’autocertificazione, nessuna corsa alle vaccinazioni, né ai certificati. Le famiglie potranno sottoscrivere un'autocertificazione con la quale dichiarano di essere in regola con le vaccinazioni obbligatorie o manifestano la volontà di mettersi in regola secondo i tempi previsti dalla legge. Inoltre la Regione Lazio e l’Ufficio Scolastico Regionale hanno firmato un Protocollo d’intesa per rendere ancora più semplice la vita delle famiglie.

Quali sono le scadenze per l’anno scolastico 2017-18?

Per questo anno scolastico 2017-2018 la documentazione, ovvero l’autocertificazione, deve essere presentata:

  • entro l’11 settembre 2017 per i nidi e la scuola dell’infanzia (fascia d’età 0 – 6 anni).
  • entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo e le altre istituzioni del sistema nazionale di istruzione (fascia d’età 7- 16 anni).
  • entro il 10 marzo 2018 va presentata la documentazione comprovante le vaccinazioni


Nella Regione Lazio, a seguito della sottoscrizione del Protocollo d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, saranno le ASL, una volta acquisiti gli elenchi da parte delle scuole, a valutare la regolarità della situazione vaccinale dei singoli.

Sono il genitore di un bambino che frequenta il nido/la scuola materna. Cosa devo fare?

Per il corrente anno scolastico, entro la data dell’11 settembre 2017:
- nella Regione Lazio è sufficiente presentare l’autocertificazione, vale a dire la dichiarazione di essere in regola con la normativa, oppure di manifestarne la volontà
- nei casi di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale, oppure di omissione o differimento per specifiche cause, va presentata idonea documentazione rilasciata dal medico curante o dal pediatra

Sono il genitore di un bambino che frequenta la scuola dell’obbligo. Cosa devo fare?

Per questo anno scolastico 2017-2018 la documentazione, ovvero l’autocertificazione, deve essere presentata:

  • entro il 31 ottobre 2017
  • entro il 10 marzo 2018 va presentata la documentazione comprovante le vaccinazioni.

Come già indicato nelle faq precedenti, nella Regione Lazio, a seguito della sottoscrizione del Protocollo d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, saranno le ASL, una volta acquisiti gli elenchi da parte delle scuole, a valutare la regolarità della situazione vaccinale dei singoli.

Come posso ottenere il certificato vaccinale?

Per i nati dal 1997 ad oggi

Le certificazioni saranno rilasciate presso le sedi vaccinali della ASL Roma 2.

Per i nati dal 01.01.1948 al 31.12.1984

Le richieste dei certificati vaccinali potranno essere inviate al Centro Vaccinale - Via Carlo Denina, 7 – 00179 Roma telefono 06. 5100.8783/7, tramite:

  • posta o via fax al n. 06.5100.8765
  • via e-mail all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

oppure consegnate dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00 e il martedì e il giovedì anche dalle 14.30 alle 16.30

Per i nati dal 01.01.1985 al 31.12.1996

Le richieste dovranno essere inoltrate presso gli Uffici dei relativi Municipi del Comune di Roma.

A chi devo chiedere il certificato di esonero o di rinvio delle vaccinazioni per motivi di salute?

Le vaccinazioni obbligatorie possono essere omesse o rinviate ove sussista un accertato pericolo per la salute dell’individuo, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate.
Tali condizioni cliniche devono essere attestate dal medico di famiglia o dal pediatra di libera scelta, sulla base di idonea documentazione ed eventualmente avvalendosi anche del parere di medici specialisti, e in coerenza con le indicazioni fornite dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità nella “Guida alle controindicazioni alle vaccinazioni”.

Il certificato è gratuito.

E se mio figlio ha già avuto una delle malattie prevenibili con vaccinazione?

Il medico curante (pediatra di libera scelta o medico di famiglia) che lo ritiene necessario (consapevolezza di avvenuta malattia) può richiedere il test sierologico.
I test sierologici possono essere effettuati solo per le malattie che danno immunità permanente e per le quali esiste il test sierologico: per morbillo, parotite, rosolia, varicella ed epatite B.
L’onere del test è comunque a carico dell’assistito.

Cosa devo fare per la vaccinazione antipapillomavirus (HPV)?

La campagna antipapillomavirus, rivolta a ragazzi e ragazze di 11 – 12 anni, prevede l’invio presso il proporio domicilio di una letttera con l’appuntamento pe effettuare il vaccino. Non è pertanto necessaria la prenotazione.