Stampa

La Asl Roma 2 aderisce alla giornata mondiale senza tabacco organizzata il 31 maggio, come ogni anno, dall’OMS. Scopo della ricorrenza è aumentare la consapevolezza sui danni alla salute causati dall’abitudine al fumo, incoraggiando le persone ad astenersi per almeno 24 ore dal consumo di tabacco, ed invitandole a smettere di fumare in via definitiva. Ma il “No world Tobacco day”, giunto alla sua 29° edizione, è anche un’importante occasione per evidenziare l’impegno dell’Asl Roma 2 per il contrasto al tabagismo.

Sono infatti attivi progetti di promozione della salute e contrasto al tabagismo “Lazio libero dal fumo” e, nelle scuole, “Unplugged”, nell’ambito dell’attuale Piano Regionale della Prevenzione. I progetti comprendono interventi di comunicazione e sensibilizzazione, formazione degli operatori sanitari, promozione dell’applicazione della normativa sul divieto di fumo, interventi a sostegno della disassuefazione e di contrasto all’iniziazione all’abitudine al fumo nelle scuole.

Secondo i dati del sistema di sorveglianza PASSI, riferiti al quadriennio 2013-2016, nella Asl Roma 2 il 31% degli adulti (18-69 anni) fuma sigarette, mentre il 15% è ex fumatore e solo il 54% non ha mai fumato. Inoltre l’abitudine al fumo è più diffusa negli uomini che nelle donne (rispettivamente 35% e 27%), nelle persone con età inferiore ai 50 anni, nelle persone con scolarità media e in quelle con molte difficoltà economiche riferite (40%).

Visite: 515