UOC Medicina Protetta

 

 

DIREZIONE E LOCALIZZAZIONE

Direttore f.f.: Dott.ssa Sanuela Beccaria
icona e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
icona telefono  06.4143.3595
Sede: Via dei Monti Tiburtini, 385
Edificio: D
Coordinatore Infermieristico:

Dario Bocci

Ricevimento familiari dei degenti, Medici MMG, legali dei Degenti:
In orario antimeridiano (compatibilmente con le attività di Reparto) dal lunedì al sabato, previa richiesta tramite il personale di Polizia Penitenziaria della U.O.C.. Colloquio con il Responsabile di U.O.C. ff previo appuntamento.

L’U.O.C. eroga attività sanitaria ospedaliera (ricovero ordinario, DH, ambulatori specialistici) di tipo medico e chirurgico, dedicata ai pazienti ristretti presso gli Istituti Penitenziari della Regione Lazio.

ATTIVITA’ DI RICOVERO:
Attività di ricovero ospedaliero per patologie mediche e chirurgiche che non richiedano assistenza subintensiva ed intensiva, a gestione diretta da parte dei dirigenti medici dell’U.O.C. o con l’ausilio degli specialisti dell’Ospedale S. Pertini, in particolare per prestazioni chirurgiche. Gestione della conclusione del percorso di ricovero anche tramite Dimissione Protetta.
Attività di ricovero in regime di DH medico, supporto logistico e sanitario per l’osservazione post-chirurgica di prestazioni erogate in regime di Day Surgery e One day Surgery da parte delle U.O.C. Chirurgiche dell’Ospedale Pertini;
Erogazione di prestazioni di ecografia internistica all’interno del Reparto per i pazienti ricoverati ed esecuzione di procedure diagnostiche e terapeutiche cliniche e strumentali presso i servizi dell’Ospedale Pertini, previo trasferimento interno con Ambulanza;
Viene effettuata attività di informazione sanitaria, su richiesta o per specifiche e circostanziate motivazioni cliniche, dell’Autorità Giudiziaria competente e delle Direzioni degli istituti Penitenziari, tramite redazione di relazioni sanitarie .
ATTIVITA’ AMBULATORIALI
Erogazione diretta di prestazioni ambulatoriali (Endocrinologia e Diabetologia, Oncologia, Reumatologia); supporto logistico per gli ambulatori chirurgico e anestesiologico dell’Ospedale Pertini, per pazienti detenuti
ATTIVITA’ DI COORDINAMENTO/SEGRETERIA
La Segreteria dell’U.O.C. riceve le richieste di prestazioni sanitarie (ricoveri, es. strumentali, visite ambulatoriali e prestazioni specialistiche) avanzate dagli Istituti Penitenziari di tutto il Lazio all’Ospedale Pertini e ne coordina le prenotazioni, tramite i Dirigenti Medici dell’U.O.C. per quanto riguarda i ricoveri medici e con il supporto dei Servizi Ospedalieri-Recup per le altre specialistiche.
COLLEGAMENTO OSPEDALE TERRITORIO
Viene curata la continuità assistenziale con confronto diretto (telefonico, via mail e di persona) con i medici degli Istituti penitenziari, sia preliminarmente all’accettazione del paziente per il ricovero che al momento della dimissione, in particolare per i pazienti ristretti presso gli Istituti di Rebibbia (Rebibbia NC, Rebibbia Reclusione, Rebibbia III Casa, Rebibbia Femminile), che insistono sul territorio della Asl RM 2, e con l’Istituto di Regina Coeli (Asl RM 1). Vengono organizzate periodiche riunioni per revisione dei percorsi con le Direzioni Sanitarie di questi Istituti.
LINEE DI ATTIVITA’ – PROGETTI
Implementazione di percorsi condivisi con il Personale di Polizia Penitenziaria che opera nella Struttura, con regolari incontri organizzativi e di confronto e coinvolgimento in momenti di formazione dedicata;
implementazione di percorsi condivisi per l’erogazione a pazienti detenuti delle prestazioni sanitarie presso l’Ospedale Pertini;
Viene curato il confronto ed il rapporto con le Istituzioni che si occupano dei detenuti, nello specifico il Garante Regionale per i Diritti dei Detenuti e le Associazioni di Volontariato che operano, oltre che negli Istituti, anche nel Reparto di Medicina Protetta;
Implementazioni delle opportunità di socialità per i pazienti ricoverati. E’ presente nel reparto una biblioteca dedicata ai pazienti.
Viene curato il confronto e lo scambio di esperienze con gli altri Reparti di Medicina Protetta presenti in Italia, in particolare con il Reparto di Medicina Protetta dell’Ospedale Belcolle, Viterbo, cui vengono indirizzati i pazienti con patologie infettivologiche.